SEO tools: quale scegliere e come utilizzarli

Ogni singolo progetto SEO si compone principalmente di 4 fasi: Strategia, ottimizzazione tecnica, creazione di contenuti, promozione di contenuti. Ognuna delle fasi elencate necessita di strumenti di supporto che ne ottimizzino l’operatività. Proprio per questo vi proponiamo una preziosa lista di tool gratis (free, freemium e free trial) che possono aiutarvi nel processo di ottimizzazione SEO.

L’elenco è organizzato in 10 categorie, e ogni categoria descrive in generale il compito principale della famiglia di strumenti SEO elencati (ad esempio, analisi dei backlink, ricerca di parole chiave, analisi SEO, ecc.).

Per ogni strumento abbiamo incluso una panoramica delle funzionalità, immagini, video e link alla documentazione per gli strumenti più complessi. Scegli il tipo di tool che preferisci tra quelli in elenco.

  1. Analisi dei Backlink
    1. Majestic SEO
    2. Ahrefs
  2. Analisi delle performance
    1. PageSpeed Insights
    2. GTmetrix
  3. Analisi On-page
    1. Screaming Frog SEO Spider Tool
    2. W3C Link Checker
    3. Copyscape
    4. W3C Markup Validation Service
  4. Keyword research
    1. Google AdWords Keyword Tool
    2. Ubersuggest
    3. keywordtool.io
  5. Analisi delle parole chiave della concorrenza
    1. SEMRush
    2. SEO Zoom
  6. Digital PR
    1. HARO – Help a Reporter Out
    2. Blogger LinkUp
  7. Analisi del traffico
    1. Google Analytics
  8. Strumenti dei motori di ricerca
    1. Google Search Console
  9. Plugin SEO per WordPress
    1. Yoast SEO
  10. Analisi SEO
    1. WooRank
    2. SEO Tester Online

 

1 Analisi dei Backlink

Per anni, i backlink (link verso il tuo sito) hanno giocato un ruolo fondamentale nel posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca. Ora, nell’era post-penguin, il profilo dei nostri backlink è più importante che mai. Con questo in mente, i seguenti strumenti gratuiti SEO ti aiuteranno a indagare sul profilo dei backlink di un sito.

1.1 Majestic SEO Site Explorer

Majestic SEO è un tool online di analisi dei backlink molto amato dai SEO italiani e stranieri. È possibile usufruire di tutte le funzionalità di Majestic SEO soltanto nelle versioni a pagamento, ma alcuni report molto utili sono comunque accessibili anche in quella gratuita.

Una caratteristica molto interessante di questo tool è la possibilità di fare un’analisi dei backlink anche di siti esterni. Possiamo studiare i nostri concorrenti e sbirciare il loro profilo di backlink, oppure possiamo fare un check dei siti che vogliamo utilizzare per la link building verificarne il loro stato di salute.

Majestic SEO

Vediamo come si usa Majestic SEO e alcuni report gratuiti che è possibile ottenere inserendo l’URL del sito che vogliamo esaminare nel Site Explorer:

  • Trust Flow: questo indice ci indica la qualità dei siti da cui provengono i link in entrata.
  • Citation flow: indice che indica il numero dei link in entrata.
  • Livello di affidabilità del sito: è il rapporto fra Trust Flow e Citation Flow e misura la bontà del sito in questione basandosi sulla qualità/quantità del profilo backlink. Se questo rapporto è molto basso sarà il caso di evitare di affidare i nostri contenuti a questo sito.
  • Topical Trust Flow: nella versione a pagamento, è un report che troviamo fra il Trust Flow e il Citation Flow. Analizza gli argomenti dei siti da cui provengono i backlink.
  • Tipi di backlink: ad esempio redirect, textlink, immagini o frame.
  • Analisi dei link attivi e dei link cancellati.
  • Analisi dei link follow e dei link no follow.
  • Analisi degli anchor text dei link in entrata.

 

Molti più report sono disponibili solo nelle versioni a pagamento e caldamente consigliati!

Per informazioni più dettagliate vai all’approfondimento sull’uso di Majestic SEO direttamente dal blog ufficiale

1.2 Ahrefs Site Explorer

Ahrefs è un tool molto utile per analizzare il web e trovare dei punti di ingresso. E’ molto utile inoltre per i marketers per analizzare i siti di potenziali partners. Ti aiuterà a rispondere a tante domande su come altri siti sono riusciti a posizionarsi nel tempo e su quali keywords. Estremamente consigliato prima di avviare un sito. Qualche giorno basterà per capirne il potenziale e le possibilità. Il costo del servizio è elevato ma potrebbe portare indicazioni estremamente utili e altrimenti impossibili da ottenere.

Ahrefs SEO

Senza registrazione è permesso eseguire 5 richieste al giorno, e se ci si registra con un account gratuito si passa a 15 richieste al giorno. Ogni richiesta restituisce una panoramica dei backlink nonché informazioni specifiche su singoli backlink (per gli account gratuiti, solo per i primi 5 saranno visualizzate informazioni aggiuntive).

 

La panoramica dei backlink include informazioni come il numero totale di backlinks, il numero dei domini di riferimento (e le corrispondente ripartizione sui domini) e una ripartizione dei tipi di backlink (ad esempio testo, immagine, nofollow, ecc.)

Se vuoi avere maggiori informazioni leggi la documentazione ufficiale.

2 Analisi delle performance

Le prestazioni di un sito web in termini di page load e tempi di risposta del server è diventata di vitale importanza per ottenere un buon posizionamento nei motori di ricerca. Uno dei principali fattori di posizionamento del 2019 secondo Google è il Dwell Time (Tempo di permanenza). Per aumentare quel parametro occorre per prima cosa diminuire il tempo di caricamento delle pagine per poi proporre agli utenti quello di cui si aspettano.

 

Di seguito ti proporremo alcuni strumenti per analizzare la velocità di un server, scoprire l’origine di colli di bottiglia, o risolvere problemi di intestazioni HTTP. I seguenti strumenti SEO gratuiti possono aiutare in questo senso.

2.1 PageSpeed Insights

PageSpeed Insights fa parte degli PageSpeed Service di Google ed è uno degli strumenti che Google mette gratuitamente a disposizione di chi crea e gestisce siti web. Con PageSpeed Insights potete misurare il rendimento di una pagina web rispetto a un indice di 100 punti: più alto è il punteggio ottenuto dalla vostra pagina, migliore è il suo rendimento sul web.

È focalizzato specificamente sul miglioramento della velocità delle pagine, per cui valutate sempre con attenzione se dedicare tempo e risorse ad applicare i suoi suggerimenti. A differenza di altri strumenti analitici di Google, per usare PageSpeed Insights non dovete essere il proprietario del sito: è sufficiente digitare qualsiasi URL che volete analizzare.

Potete usare questo strumento dalla sua pagina web oppure installando l’estensione per Chrome o Firefox. La seconda opzione è utile per tutte le pagine web che, per qualsiasi ragione, non sono pubblicamente disponibili o che comunque Google non è in grado di analizzare e indicizzare (per esempio le aree di un sito web a cui si accede mediante una password).

Google PageSpeed Insights

 

PageSpeed Insights non utilizza un dispositivo reale per le misurazioni, bensì un webkit renderer, cioè uno strumento software in grado di emulare dispositivi mobili e desktop.

Di seguito il link alla versione in italiano di Google PageSpeed Insights.

2.2 GTmetrix

GTmetrix è uno strumento online che permette di misurare le prestazioni dei siti web in merito a velocità di caricamento ed ottimizzazione delle risorse. GTmetrix è intuitivo da usare, i risultati sono di semplice comprensione.

 

Il suo punto di forza è la chiarezza e semplicità nel fornire le soluzioni ai problemi che emergono nell’analisi, ordinati per priorità e con molti link di approfondimento. Per ogni fattore analizzato vengono consigliate le best practice da seguire per ridurre i tempi di caricamento della pagina, il tutto arricchito da approfondimenti, spiegazioni e guide molto chiare.

GTmetrix

3 Analisi On-page

 

Il miglior modo per identificare le problematiche SEO correlate al tuo sito web è quello di eseguire un SEO audit scansionando tutte le pagine ed i contenuti con opportuni sistemi. In questo modo potrai fare un check del titolo della pagina, del titolo seo, dei contenuti duplicati e di altre caratteristiche strutturali.

3.1 Screaming Frog SEO Spider Tool

Screaming Frog SEO Spider è un software a pagamento (c’è una versione free con dei limiti di scansione a 500 pagine) che scannerizza il tuo sito, proprio come farebbe il crawler di Google, per descrivere le caratteristiche strutturali del dominio. Tra queste ci sono le falle da sistemare, di conseguenza questo programma consente di sistemare una serie di problemi invisibili a occhio nudo.

Come funziona? Dopo aver scaricato il programma (disponibile per Windows, Apple e Linux) lo avvii e ritrovi una schermata molto semplice che ti invita a inserire l’URL del sito in questione nel form del crawler. Dopo un tempo che varia dal numero delle pagine arrivano i risultati della scansione di Screaming Frog.

 

A destra hai la lista delle caratteristiche del sito, con i grafici che danno una sintesi, a sinistra c’è il dettaglio della condizione evidenziata. Sembra una situazione interessante, vero? Ecco perché Screaming Frog è un essenziale per ogni SEO Audit che si rispetti: in un attimo hai la situazione del tuo blog. Ecco perché lo reputiamo decisivo in queste situazioni per migliorare il tuo progetto.

3.2 W3C Link Checker

 

Link Checker è uno strumento online gratuito che controlla la validità dei link per un determinato URL. È sufficiente inserire un URL e lo strumento controlla ricorsivamente i collegamenti dell’URL per la presenza di errori, redirect e status code.

3.3 Copyscape

 

Copyscape è uno strumento online per individuare contenuti duplicati che utilizza un modello freemium. È sufficiente inserire l’URL di una pagina e lo strumento restituisce un elenco di pagine che hanno lo stesso contenuto. Con un account gratuito, lo strumento visualizza solo i primi dieci risultati, e lo strumento consente solo un certo numero di richieste mensili per un dato sito (questo limite è a prescindere dalla IP di presentazione della richiesta).

3.4 W3C Markup Validation Service

 

Il Markup Validation Service è uno strumento online gratuito che verifica la validità del codice HTML del documento web associato a un determinato URL. È sufficiente inserire un URL e lo strumento verifica la sua correttezza (in base alla sintassi del tipo di documento). Infine, lo strumento visualizza un elenco dettagliato di errori e avvisi (con la riga e la colonna corrispondente) che trova durante il processo di convalida.

4 Keyword research

Le keywords, nel mondo della SEO, presentano diversi significati. In primo luogo, lato utente, le keywords di ricerca (o query) rappresentano l’insieme delle combinazioni di parole che gli utenti scrivono nella barra di ricerca di Google mentre cercano informazioni su di un particolare argomento, prodotto o servizio. Attraverso le keywords, quindi, l’utente fa delle specifiche richieste/domande al motore di ricerca, con l’obiettivo di trovare ciò che sta cercando.

 

In secondo luogo, le keywords rappresentano la base fondante di tutti i contenuti del nostro sito. Una strategia di Content Marketing di successo, infatti, si basa sulla scelta delle migliori parole chiave; ovvero quelle che, posizionandosi, aumenteranno il traffico e porteranno utenti in target al nostro sito. L’obiettivo del tuo sito è quello del posizionamento sui motori per intercettare le ricerche dei tuoi clienti potenziali. Per farlo devi analizzare ciò che questi cercano online su e come lo cercano.

Di seguito ti proponiamo alcuni dei migliori strumenti gratuiti per la ricerca di parole chiave.

4.1 Google AdWords Keyword Tool

Lo strumento per le parole chiave di AdWords è uno dei più popolari strumenti gratuiti disponibili. Lo strumento offre tre opzioni per l’interrogazione su parole chiave:

  1. inserire un elenco di parole chiave
  2. inserire un URL da controllare per identificare le parole chiave
  3. selezionare da un elenco predefinito di categorie.

Una volta selezionato un metodo di interrogazione, lo strumento consente di sezionare i risultati utilizzando una varietà di filtri, tipi di corrispondenza e di inclusione / esclusione di un termine nell’elenco di parole chiave.

 

Per ulteriori informazioni, visita la pagina di aiuto di Google per l’utilizzo dello Strumento per le parole chiave. Esso risponde a domande popolari e offre utili video che mostrano le funzionalità dello strumento.

4.2 Ubersuggest

Ubersuggest

Ubersuggest è un tool SEO realizzato in prima battuta da un italiano e successivamente passato nelle mani di Neil Patel un web marketer di fama internazionale. Al momento è un software completamente gratuito che ti permette di trovare le parole che ruotano attorno ad una tematica.

Ubersuggest a differenza di altri tool, si focalizza infatti molto sulle keywords a coda lunga, definite anche long tail, parole chiave composte da più termini, tendenzialmente più specifiche e mirate alla conversione che iniziano a prendere piede anche nella Voice Search.

E’ un tool perfetto per i blogger, i SEO specialist, i SEO Copywriter, e per i web marketer che vogliono una lista di keywords da lavorare per un progetto SEO, per un piano editoriale o per capire i volumi di ricerca che ruotano attorno a un determinato argomento. Grazie a questo tool potrai capire che cosa gli utenti cercano nel web e che termini usano per trovare informazioni, servizi e prodotti.

 

Il sito è raggiungibile da questo indirizzo https://neilpatel.com/ubersuggest/ ed è veramente semplice e facile da utilizzare.

4.3 keywordtool.io

keywordtool.io
Per completare questa lista è utile citare un altro strumento decisivo per la tua analisi. Stiamo parlando di keywordtool.io, una realtà che ha come punto di forza la varietà delle fonti. Infatti puoi analizzare le correlazioni di Google, sempre presi dai consigli che puoi estrapolare anche da:

  • YouTube
  • Amazon
  • eBay
  • Wikipedia

 

E altro ancora. Perché le persone fanno ricerche anche su altri portali e le combinazioni di keyword che puoi trovare in questi casi spesso è infinita. Non sempre trovi risposte su questi portali, ma hai in mano la possibilità di migliorare sensibilmente le tue risorse.

5 Analisi delle parole chiave della concorrenza

 

Per distinguerti ed emergere devi innanzitutto lavorare sul posizionamento di mercato. Nel mondo della SEO il mercato è composto dai competitor organici, ossia tutti i siti web che si posizionano per chiavi in comune con il nostro dominio.

Per scoprire quali sono i competitor organici dovrai usare dei tool analisi di dominio, strumenti molto potenti capaci di darti delle indicazioni molto importanti.

5.1 SEMRush

SEMrush è una suite di marketing digitale all-in-one con strumenti che coprono SEO, PPC, ricerca di parole chiave, analisi competitors, social media, PR, contenuti e altro ancora. Fondato nel 2008 SEMrush ha guadagnato notorietà tra i SEO come standard di settore per la ricerca di parole chiave. Più recentemente, hanno sviluppato il software in modo da includere una più ampia gamma di attività di marketing digitale.

SEMrush ti può essere utile in vari modi, ecco i principali:

 

  • Analizzare una nicchia di mercato: potrei analizzare l numero di ricerche mensili, il CPC, la difficoltà della parola chiave per essere posizionata, la “stagionalità” della keyword.
  • Analizzare i dati per creare una campagna AdWords: puoi studiare alcuni dati della campagne dei tuoi concorrenti e di conseguenza prendere le decisioni più corrette avendo i loro dati sotto mano.
  • Scovare i tuoi concorrenti
  • Creare dei progetti: la sezione Progetti su SEMrush ha il proprio set di strumenti separati dai report di analisi in cui è possibile effettuare ricerche competitive e ricerca di parole chiave. Un progetto ti consente di eseguire oltre una dozzina di strumenti di analisi per coprire ogni aspetto del marketing digitale per un singolo sito web. Con un solo progetto, sarai in grado di eseguire un Site Audit, impostare il tracking della posizione, monitorare le menzioni dei brand su Internet, raccogliere idee per il tuo SEO on-page, pianificare e analizzare i post sui social media e molto altro ancora. Oltre ai dati dei tuoi progetti, puoi impostare widget con dati di Google Analytics se colleghi il tuo account.
  • Ricerca di domini e parole chiave: è anche molto semplice cercare una parola chiave nel database, basta inserire la parola chiave nella barra di ricerca e SEMrush popolerà il rapporto “panoramica parole chiave” con tutte le informazioni riguardanti il termine di ricerca. Da qui, potrai fare clic sulle metriche di livello superiore per generare rapporti più approfonditi con parole chiave a corrispondenza di frase, gruppi di parole chiave semantiche, difficoltà di parole chiave, costo per clic e altro ancora. Lo Strumento per le parole chiave può generare milioni di parole chiave correlate e inserirle in gruppi per aiutarti a organizzare mentalmente la tua ricerca.
  • Generazione di report: tutte le features che abbiamo elencato le puoi avere sottomano in comodi report facilmente consultabili.
  •  

5.2 SEO Zoom

L’alternativa Italiana a SEMRush, SEOZoom è una suite di analisi SEO, in grado di supportarti nella creazione dei contenuti e valutare lo stato della loro indicizzazione per i motori di ricerca.

 

Uno strumento completo, che ti permette attraverso le sue funzionalità di monitorare l’andamento delle tue pagine web, il posizionamento in base alle keyword e le interazioni ricevute attraverso i Social. Nonché, di rilevare eventuali errori e ricevere suggerimenti su come migliorare la popolarità di un contenuto. Ma non solo, SEOZoom ti rivela quali sono i tuoi competitor diretti e come sono riusciti a posizionarsi meglio di te sulle SERP.

6 Digital PR

 

Non è necessario spendere una fortuna per ricevere una copertura di notizie di alta qualità o per attirare scrittori di alta qualità per il tuo sito. I seguenti strumenti ti aiuteranno a coltivare i rapporti con i giornalisti, blogger e potenziali partner pubblicitari.

6.1 HARO – Help a Reporter Out

 

HARO è un servizio online gratuito che consente ai giornalisti di collegarsi direttamente con le fonti esperte. Come giornalista, è sufficiente inviare una query sul sito di Haro, e poi, quella query apparirà con gli altri in una e-mail, che viene consegnato alle fonti. Come fonte, è sufficiente monitorare il flusso di email giornaliere da Haro, e se vedi una query rilevante per la tua attività, puoi rispondere al giornalista direttamente. È anche possibile scoprire le query che il giornalista sta seguendo su Twitter.

6.2 Blogger LinkUp

 

Blogger LinkUp (BLU) è un servizio completamente gratuito che permette a chiunque di richiedere guest post, fonti per interviste, e recensioni di prodotti da una comunità di utenti. Se fai una richiesta, la richiesta viene aggregata ad altre richieste e inviata alla comunità in una email. Il rovescio della medaglia, se ti unisci alla community, è che riceverai una e-mail ogni lunedi, mercoledì e venerdì che contiene le più recenti richieste. Se visualizzi una richiesta rilevante, puoi rispondere direttamente al richiedente.

7 Analisi del traffico

 

Se non sai chi sta visitando il tuo sito e in che modo c’è arrivato, sei praticamente cieco. Pacchetti di analisi statistiche contribuiscono a svelare il mistero dando informazioni estremamente utili sui visitatori del tuo sito.

7.1 Google Analytics

Google Analytics è uno dei più popolari software di analisi gratuiti disponibili. Una volta creato un account, ti viene chiesto di inserire qualche riga di Javascript sul tuo sito. Dopo che il codice è a posto, sarai in grado di iniziare a monitorare il traffico del tuo sito attraverso l’interfaccia di Google Analytics.

Google Analytics
Attualmente, l’interfaccia è divisa in 5 sezioni principali:

  1. In tempo reale, informazioni in tempo reale sul comportamento degli utenti sul sito
  2. Pubblico, informazioni circa le persone che visitano il vostro sito
  3. Sorgenti di traffico, informazioni su da dove il traffico del tuo sito arriva
  4. Contenuti, informazioni sulle pagine del tuo sito più popolari
  5. Conversioni, informazioni sul completamento di obiettivi del tuo sito e conversioni di vendita

Google Analytics

 

Per una guida completa di Google Analytics visita questa pagina.

8 Strumenti dei motori di ricerca

 

Ogni volta che occorre ottimizzare un sito per i motori di ricerca, è di sicuro una buona idea consultare gli stessi motori. I seguenti strumenti gratuiti SEO ti aiuteranno a capire meglio come i motori di ricerca vedono il tuo sito.

8.1 Google Search Console

Questo strumento gratuito (ex Webmaster Tool) di Mountain View è un’applicazione con diverse utility per aiutare i proprietari dei siti web a ottimizzare il sito.

In particolar modo puoi, in sintesi, capire come il motore di ricerca ha indicizzato il sito web, suggerire la sitemap.xml, scoprire le ricerche che portano più traffico e con quale click-through rate (CTR), la struttura dei link interni e altro ancora.

Google Search Console

 

La sua utilità è trasversale: può essere usato da chi vuole ottenere il semplice controllo del proprio progetto, ma anche dai SEO expert per svolgere attività avanzate di ottimizzazione per i motori di ricerca.

9 Plugin SEO per WordPress

 

WordPress è attualmente il CMS open source più usato al mondo per lo sviluppo di siti web e Blog. Per questo motivo ti proponiamo una descrizione del miglior plugin SEO sul mercato.

9.1 Yoast SEO WordPress

Yoast SEO
SEO Yoast è il miglior plugin SEO per WordPress con uno sbalorditivo numero di installazioni +5 milioni ed un impressionante rating 5 stelle +24 mila. Yoast continua a stupire il mondo di WordPress con aggiornamenti continui, una bellissima interfaccia e la soluzione più vicina all’utente per far risaltare i post dei blog e le pagine dei prodotti.

Inoltre, Yoast SEO dispone di un proprio sito web con opzioni di supporto premium, una attiva comunità nella sezione forum, un blog informativo per ulteriori informazioni su SEO e corsi SEO per principianti, utenti intermedi e avanzati.

Dall’interno del sito potete anche accedere a Yoast SEO premium, che offre funzionalità più avanzate come l’ottimizzazione delle keyword per cinque parole chiave su una pagina, l’anteprima di come apparirà la vostra pagina su Twitter e Facebook e suggerimenti di link interni per inviare gli utenti ad altre pagine sul vostro sito web. Tenete presente che questa è solo una piccola parte delle funzionalità premium.

Il plugin premium viene venduto al prezzo di $89 per sito, cosa che lo rende vantaggioso per chiunque. Comunque, quelli che hanno un basso budget possono sempre ricorrere al plugin gratuito, che supera di gran lunga la maggior parte degli altri plugin SEO per WordPress.

Cosa lo Rende Uno dei Migliori Plugin SEO per WordPress?

 

  • Digitate le parole chiave e verificate il livello di ottimizzazione per quelle parole chiave su post e pagine.
  • Guardate esattamente come apparirà il vostro sito su Google. Con questo plugin, potete correggere la meta descrizione e il titolo per renderlo più accattivante e ricco di parole chiave.
  • Un controllo di leggibilità viene eseguito su tutte le pagine per aiutarvi a capire se è necessario suddividere i paragrafi o aggiungere elementi come elenchi numerati o intestazioni.
  • Il plugin rileva se avete contenuti duplicati nella vostra pagina o nel vostro post.
  • Yoast dispone di alcune delle migliori risorse e un supporto che che non si è mai visto da uno sviluppatore di plugin.
  • A poi aggiornano il plugin ogni due settimane.
  • Il plugin premium fornisce un gestore di redirect, supporto gratuito, informazioni sul contenuto e un’interfaccia senza annunci pubblicitari nel backend.

10 Analisi SEO

 

L’ultima categoria comprende strumenti gratuiti SEO checker che analizzano una data pagina web e assegnano un punteggio SEO per essa in base a vari criteri. Potrai fare un seo check automatico del tuo sito web.

10.1 WooRank

WooRank

 

WooRank offre una revisione immediata di un sito web. Lo strumento utilizza il modello freemium, e senza un account premium, genera solo un rapporto a settimana (ma è ancora possibile interrogare i rapporti che sono stati generati in precedenza).

10.2 SEO Tester Online

SEO Tester Online
SEO Tester Online è una nuova piattaforma italiana che permette di effettuare l’analisi SEO gratuita di un URL, individuando criticità nell’ottimizzazione on-page (come h1 mancanti o duplicati, presenza della sitemap, coerenza semantica del contenuto e altro). Il tool genera più di 20 esami in pochi secondi.
Con questo strumento si può anche analizzare una parola chiave grazie alla funzione “Keyword Explorer”, che permette di analizzare lo scenario che ruota intorno alla parola chiave inserita: studio dei competitor, volumi di ricerca e difficoltà del posizionamento.

Sono in fase di sviluppo nuove funzionalità per l’analisi completa di un sito e la redazione di contenuti per il web. SEO Tester Online ha un’interfaccia minimale e semplice che permette anche all’utente meno esperto di effettuare analisi SEO.

In conclusione

In questa guida abbiamo fatto una rassegna dei migliori SEO tools sul mercato suddividendoli per categoria ed utilizzo. Non dimenticarti però che questi sono solo strumenti e non sono la strategia. Se vuoi maggiori sapere come impostare una strategia SEO di successo leggi la nostra guida Posizionamento su google: la guida completa all’ottimizzazione SEO per un perfetto posizionamento.

Se ritieni la nostra la guida interessante ed hai trovato degli spunti al suo interno la puoi condividere con gli appositi bottoni di condivisione sui social network.

Se vuoi avere informazioni più dettagliate riguardanti il SEO ed i servizi ad esso associati ed essere seguito da un nostro consulente SEO puoi contattarci gratuitamente.

Se stai cercando un’agenzia SEO specializzata puoi chiedere informazioni qui.

Related Posts