COVID-19 Digital Trends Market Report

La pandemia COVID-19 ha senza dubbio avuto un effetto significativo sulle tendenze del marketing digitale quest’anno. Il suo impatto completo deve ancora essere visto, ma le aziende sono state costrette ad adattarsi alle mutevoli circostanze su base settimanale o addirittura giornaliera.

Il mercato dei consumi sta cambiando, con cali in alcuni mercati tradizionalmente forti e drastici aumenti in altri. Un sondaggio condotto da Statista evidenzia che è probabile che il 43% delle persone spenda più di prima in salute e igiene, seguito dal 40% in prodotti per la pulizia della casa e dal 31% nello shopping online di cibo e bevande. Questi cambiamenti si estendono a settori quali viaggi, sanità, moda e vendita al dettaglio, tra gli altri. 

Trends Durante il Lockdown

eCommerce vs Traditional Retail Trends

Food vs Cura della persona

Secondo un rapporto di Business Insider, oltre il 40% degli acquirenti di generi alimentari digitali durante il blocco era nuovo nel fare la spesa online prima della pandemia . Secondo emarketer.com, sia “cibo e bevande” che “salute, cura della persona e bellezza” erano le categorie di e-commerce in più rapida crescita prima della pandemia. Le previsioni per le vendite di alimenti e bevande sono aumentate dal 23,4% al 58,5% e le vendite di prodotti per la salute, cura della persona e bellezza dal 16,6% al 32,4%. Secondo un altro studio condotto da Aki Technologies e TapResearch , il 68% dei nuovi acquirenti di generi alimentari online continuerà a fare acquisti online anche in futuro .

Nike OnLine vs Nike Store

Forti marchi di consumo (come Nike), che sono rimasti emotivamente connessi con la loro fanbase durante la pandemia, hanno assistito a un aumento delle vendite online. Questa tendenza non dovrebbe svanire.

Mentre gli acquirenti accorrevano al sito Web di Nike per scarpe da ginnastica e abbigliamento da allenamento, le vendite digitali aumentavano del 75%.

Le vendite in negozio Nike supereranno però quelle online, con la riapertura del paese. L’esperienza di acquisto di persona Nike è difficile da superare, anche con il miglior sito di e-commerce.

Il “digitale” è ora una necessità e i marchi di consumo stanno investendo in siti di e-commerce migliorati, nonché in un servizio clienti eccezionale e consegne impeccabili.

Servizi di consegna

Food Delivery
Servizi di consegna

Anche se ordinare cibo è diventato la norma da metà marzo a metà maggio, il salto del 75% è stato solo temporaneo. Con la revoca dei blocchi e la riapertura dei ristoranti, le persone tornano a cenare all’aperto.

Secondo i dati di Twitter, ci sono stati 250.000 tweet sulla consegna dell’ordine dal 9 marzo al 22 marzo (c’erano 80.000 tweet sulla sola pizza), quasi un aumento del 300% rispetto al mese precedente. 

Le persone hanno mostrato il loro sostegno per i loro ristoranti preferiti ordinando da loro, mentre piattaforme come Instagram hanno lanciato adesivi interattivi per le storie (“food order” e “gift card”) per incentivare le persone a supportare i loro ristoranti e locali preferiti.

Le app per la spesa hanno registrato un aumento dei download, con Instacart in testa grazie ad un aumento del 218% dei download di app.

Secondo quanto riferito, l’azienda ha aggiunto oltre 300.000 persone alla propria forza lavoro per far fronte all’aumento della domanda di marzo e aprile.

Solo il 3% o il 4% circa della spesa alimentare negli Stati Uniti era online prima della pandemia. Tale quota di mercato è aumentata dal 10% al 15%, secondo una ricerca della società di consulenza Bain & Company.

Gli esperti dicono che probabilmente rimarrà a un livello superiore perché molti clienti hanno scaricato app, provato nuovi servizi e scoperto la loro comodità.

Le ricerche di ricette hanno raggiunto il picco a due settimane dal blocco, mentre le persone cercavano di normalizzare le loro routine casalinghe. L’incremento è paragonabile a quello normalmente visto al Ringraziamento e a Natale.

Vendita al dettaglio di prodotti alimentari

Vendita di prodotti alimentari

L’esperienza della drogheria si è evoluta lentamente nell’ultimo secolo. Sebbene molte aziende abbiano tentato di automatizzare e digitalizzare i propri processi, il settore nel suo complesso è rimasto stagnante al riguardo. Dopo le chiusure su larga scala durante la pandemia, la domanda di generi alimentari online è aumentata notevolmente. 

Instacart, un servizio di consegna di generi alimentari, segnala che i suoi ordini sono aumentati del 150% dopo la chiusura. I download delle app Instacart sono aumentati del 218%. L’aumento della domanda ha colto di sorpresa molte aziende. Amazon ha assunto 175.000 specialisti in operazioni e consegne, ma allo stesso tempo ha limitato le iscrizioni alla spesa online fino a quando non sono riusciti a tenere il passo con la domanda improvvisa. Kroger ha persino trasformato uno dei suoi negozi fisici in un centro logistico per gli ordini online. 

Sebbene la domanda iniziale di generi alimentari sia complessivamente aumentata, è difficile dire se ciò si manterrà con la fine della pandemia, tuttavia il passaggio al digitale nel settore alimentare è più permanente, con molte aziende che scelgono di ristrutturare le loro attività intorno alla consegna online. Bain & Company riferisce che la spesa alimentare online è aumentata fino a 4 volte dall’inizio della pandemia e la tendenza sembra essere solo più forte.

Industria del turismo

I viaggi non sono stati solo uno dei settori più colpiti da COVID-19, con le più grandi società di ospitalità che hanno tagliato fino al 40% della loro forza lavoro, ma uno dei settori più colpiti dai disinvestimenti di capitale di rischio.

Industria del turismo

L’85% dei voli internazionali è stato cancellato e le compagnie aeree volano ancora su aerei semivuoti, ma mentre le ricerche di voli non sono ancora tornate ai numeri pre-covid, le persone stanno ricominciando a cercare vacanze, hotel e case vacanze.

Pre - Post COVID-19

In un sondaggio commissionato da Airbnb, quasi la metà degli intervistati statunitensi ha affermato che una volta tolte le restrizioni di blocco, preferirebbe rimanere entro un giorno di guida per il loro primo viaggio.

Secondo le tendenze di ricerca di alloggi locali, i viaggi negli Stati Uniti sembrano essere in ripresa.

Trend di ricerca Google settore viaggi

Dal 17 maggio al 6 giugno 2020, Airbnb ha elaborato più prenotazioni per annunci negli Stati Uniti rispetto allo stesso periodo del 2019. 

A livello globale, nel primo fine settimana di giugno, Airbnb ha registrato una crescita anno su anno del valore lordo delle prenotazioni per tutte le prenotazioni effettuate in tutto il mondo per la prima volta da febbraio.

Moda

Trend di ricerca Google settore viaggi
Settore Moda

Il Boston Consulting Group prevede che l’industria della moda perderà fino a 600 miliardi di dollari di vendite nel 2020 rispetto al 2019 a causa della pandemia di coronavirus

Questo non è senza precedenti. Durante la Grande Depressione, l’epidemia di influenza del 1918 e la seconda guerra mondiale, la moda passò dal lusso alla praticità e poi si riprese man mano che ogni crisi si placava in modo relativamente coerente. La maggior parte degli esperti si aspetta che lo stesso calo e recupero si verifichino ancora una volta.

Software di collaborazione e videoconferenza

Trend ricerche Google 2020

Dall’inizio della pandemia, circa il 34% dei lavoratori lavora da casa. La società di ricerca Gartner riferisce che il 74% delle organizzazioni prevede di far lavorare alcuni dei propri dipendenti in remoto su base permanente. 

La società di consulenza Global Workplace Analytics stima che circa il 30% della forza lavoro continuerà a lavorare da casa almeno part-time dopo la fine della pandemia.. 

Slack ha aggiunto 9.000 nuovi abbonamenti tra febbraio e marzo e un aumento dell’80% rispetto ai 6 mesi precedenti I team Microsoft hanno aumentato i propri utenti attivi del 70% in un solo mese Google Meet ha superato i 100 milioni di utenti ad aprile.

Zoom ha annunciato 300 milioni di utenti, con un aumento di 100 milioni di utenti in un solo mese.  La crescita del numero di utenti e il movimento verso politiche di lavoro più permanente da casa indicano che i software e gli strumenti di collaborazione continueranno a crescere dopo la pandemia.

Marketing digitale in un mondo post-COVID-19

Questi sono solo alcuni dei cambiamenti avvenuti negli ultimi mesi.

A causa dell’epidemia di coronavirus, l’interesse dei consumatori per lo shopping online è in aumento per tutto, dalle necessità quotidiane agli acquisti più seri, come i laptop (le ricerche online di “laptop” sono aumentate del 123% su base annua durante la primavera). Lo shopping offline, ovviamente, è molto lontano dal tornare alla normalità.

Una ricerca di SEMrush ha rivelato che i cambiamenti si sono verificati così rapidamente che molte aziende non sono riuscite ad adattarsi alla “nuova normalità”. Nessuna attività fisica può permettersi di rimanere offline se i suoi concorrenti stanno già facendo terreno significativo per quanto riguarda la quota di mercato online. 

Entrare nell’e-commerce e sviluppare la propria visibilità online necessaria per avere successo non è un’impresa da poco, ma non è certo una questione di scelta ora in un panorama competitivo che è senza dubbio cambiato per sempre.

E tu cosa stai facendo per la tua presenza online in un mondo post-COVID-19?

Scegli di affidarti a WiB per il tuo successo online!

Related Posts

Lasciaci le tue informazioni

sarai ricontattato al più presto
Dichiaro di aver letto la Privacy Policy e acconsento al trattamento dei dati personali.

Lasciaci le tue informazioni

sarai ricontattato al più presto