Marketing e creatività. Il marketer è un tipo creativo. Vero o Falso?

Marketing e creatività rappresentano due facce della stessa medaglia, ma pensare a come creare la perfetta strategia creativa fa sorgere molte domande.

Come si costruisce una strategia di marketing creativa?
Si tratta di usare l’immaginazione o di seguire gli ultimi trend sull’innovazione?
Il marketer creativo è più un artista o un imprenditore?

Le risposte a queste domande possono essere molteplici e molto spesso dipendono da te. Storicamente il termine creativo nel marketing è stato associato ai testi e alle immagini inserite nelle campagne pubblicitarie. Attualmente, non è più solo questo. Il marketing, come tutte le altre funzioni aziendali cambia velocemente e diventa costantemente più complesso. I professionisti devono padroneggiare l’analisi dei dati, la customer experience e la progettazione del prodotto. Ma essere esperti del settore non basta.

Per costruire una strategia di marketing creativa dovrai:

  • Padroneggiare le attività di settore
  • Pensare in modo creativo e divergente
  • Essere motivato

Ecco qualche consiglio su cosa fare:

1 – Crea con il cliente, non solo per il cliente

Tutti amano parlare del famoso metodo customer-centric, ma è necessario tenere presente che i clienti oggi non sono solo clienti. Sono anche creatori, sviluppatori di contenuti e di idee sempre al tuo fianco. La creatività nel marketing richiede collaborazione con i clienti al fine di intrecciare le loro esperienze e i tuoi sforzi ed incrementare la reach della tua azienda.

2 – Investi nelle esperienze end-to-end

Ogni marketer che si rispetti crede che la customer experience sia fondamentale. Ma la maggior parte di essi si focalizzano solo sulla parte dell’esperienza sotto al loro diretto controllo. La cosa giusta da fare è prestare attenzione all’intera esperienza, questo include il prodotto, il processo d’acquisto, l’assistenza e la costruzione della relazione giorno dopo giorno. Perciò si richiedono tempo, risorse e un pensiero creativo applicato anche ai problemi poco familiari.

3 – Trasforma chiunque in un sostenitore

In uno scenario social come quello attuale, i marketers non possono più raggiungere i loro obiettivi di awareness e reputation solo tramite Paid Media e Public Relations.

I nuovi canali da utilizzare sono le persone!

Amplificare l’impatto della tua azienda è fondamentale e puoi farlo ispirando la creatività nelle persone che hai intorno. Tratta chiunque come un’estensione del tuo team marketing: risorse operative, partner e addirittura i clienti.

4 – Misura la creatività

Misurare la qualità dell’engagement significa che possiamo conoscere esattamente cosa funziona e cosa no. Questo può dare l’opportunità di misurarsi e gestirsi in maniera sempre nuova. In passato, fare marketing di successo significava attenersi al budget e vincere premi di creatività. Oggi, l’abilità di misurare i dati e correggere il tiro delle strategie in tempo reale permette al marketing di dare prova del suo valore in un modo del tutto nuovo.

5 – Pensa come una startup

In passato si chiedeva ai marketer di essere veri e propri manager, impostare obiettivi in anticipo e lavorare rispettando il budget. Oggi, i marketer creativi hanno bisogno di operare più come imprenditori, adattando i prodotti al mercato di riferimento e aggiustando il tiro di volta in volta per migliorare la propria offerta, esattamente come farebbe una startup in crescita.

I cambiamenti del comportamento dei consumatori, la tecnologia e i media stanno ridefinendo la natura della creatività nel marketing. La misura del successo della creatività nel nostro ambito si definisce tramite la qualità dell’output generato che sia esso profitto, fedeltà o sostegno.

I marketer del passato pensavano come artisti, manager e promotori. I marketer di oggi si spingono verso lo step successivo, diventando imprenditori e innovatori. Ciò significa creare valore coinvolgendo l’intera organizzazione, considerando tutte le fasi della customer experience, tenendo a mente i dati per prendere le decisioni e misurando efficacia ed efficienza delle strategie.

Related Posts